Home Servizi Smaltimento urgente eternit Torino

Smaltimento urgente eternit Torino

62
0
Smaltimento urgente eternit Torino
Smaltimento urgente eternit Torino

Se hai sentito parlare dei problemi che si possono sviluppare inalando fibre di amianto, potresti tenere per la tua salute e dunque interrogarti sull’eventuale pericolo a cui sei esposto. Una risposta immediata ti può venire fornita da una ditta che si occupa di smaltimento urgente eternit Torino. Difatti, fino agli anni ‘90, gli edifici sono stati costruiti con l’eternit , un materiale costituito da cemento e amianto. Sarebbe stato impossibile, anche solo per decreto, eliminare tutto l’amianto che è stato piazzato un po’ dappertutto nel corso del ‘900.

Anche quando negli anni ‘60 ci si è accorti che, effettivamente, l’amianto poteva costituire un pericolo gravissimo per la salute pubblica, in parte si è tralasciato il problema, in parte si è stabilito di intervenire solo quando l’amianto si fosse sfaldato.

Smaltimento urgente eternit Torino
Smaltimento urgente eternit Torino

Molto spesso, per quanto questo materiale sia resistente, l’esposizione alle intemperie e allo scorrere del tempo fa sì che cominci a sgretolarsi e rilasci nell’aria delle fibre estremamente tossiche, soprattutto se inalate.

Una volta che sono entrato nei polmoni è impossibile toglierle, perciò l’unico modo in cui si può essere sicuri di proteggere la propria salute e verificare che all’interno di casa propria non vi siano elementi in amianto o in eternit.

Dal momento che non tutti riescono a riconoscere questo materiale, per poter avere la certezza e operare nella maniera corretta, bisogna contattare una ditta specializzata che invii un professionista esperto a fare un sopralluogo.

Questo tecnico è in grado di dare tutte quelle informazioni necessarie per comprendere il reale stato dell’edificio e, in un secondo momento, prendere le decisioni più opportune.

Se si dovesse rilevare la presenza di eternit, specie nello stato di degradazione, si dovrà procedere allo smaltimento perché così impone la legge.

Se invece dovessi riconoscere in prima persona dell’amianto in stato di sfaldamento, ricopri immediatamente la zona con del materiale isolante. Andando a ricreare una capsula sopra l’amianto, proteggerai tutte le persone che potrebbero entrare in contatto.

Ma fino a quando l’eternit rimarrà presente nell’edificio non è possibile considerare le persone che vi circolano al sicuro.

Basta davvero poco per considerare una zona ad alto rischio di contaminazione ed in seguito alla rimozione dell’amianto bisognerà assolutamente bonificare l’area circostante.

Non puoi provvedere da solo, sia per il rischio che corri, sia perché comunque l’amianto anche se rimosso dalla zona incriminata deve essere smaltito a norma di legge, in quanto considerato rifiuto pericoloso.

L’obiettivo è quello di evitare la sua dispersione nell’ambiente e nell’aria.

Per quanto riguarda i costi di smaltimento è possibile richiedere un preventivo, ma spesso i decreti contengono degli appositi bonus che vengono creati proprio per tutti coloro che hanno questa problematica e servono come incentivo.

Le aziende che devono provvedere allo smaltimento di amianto rintracciabile in coperture, tubi, manufatti, persino le spese di consulenza, sono coperte dal bonus amianto e questo è stato fatto per invogliare gli imprenditori a bonificare le loro strutture. Per avere notizie certe e soprattutto adattarle alle proprie singole esigenze, sarà bene contattare i professionisti dell’azienda con sede a Torino.