Home Salute Visita cardiologica con ECG Roma

Visita cardiologica con ECG Roma

35
0
Visita cardiologica con ECG Roma
Visita cardiologica con ECG Roma

Quando parliamo di una visita cardiologica con ECG Roma intanto parliamo di una visita molto comune perché spesso ci capita di doverla fare e parliamo di una vista che è deputata per fare una diagnosi di eventuali problemi che un paziente ho una patente può avere con il suo cuore e quindi questo elettrocardiogramma può essere decisivo perché è un esame che permette di analizzare nei dettagli l’attività elettrica del nostro cuore.

Visita cardiologica con ECG Roma
Visita cardiologica con ECG Roma

Le possibilità possono essere tante da questo punto di vista nel senso che in genere quando ci approcciamo a questa  visita  facciamo magari per dei sintomi  rispetti al quale ne abbiamo parlato con il nostro medico di famiglia e parliamo di giramenti di testa, affaticamento, palpitazione, dispnea, dolore al petto e ci ha consigliato di contattare un professionista come un cardiologo e farci fare questa visita.

In ogni caso questa visita è fondamentale semplicemente per prevenire alcune malattie cardiovascolari o bloccarne il decorso Se già c’è un qualcosa e magari non ci sono sintomi come dicevamo e parliamo magari di una possibile cardiopatia ischemica, così come un’ ipertensione arteriosa o uno scompenso cardiaco e inoltre questa visita è sempre consigliata dai medici per quelle persone che hanno delle protesi valvolari per verificare che tutto sia a posto.

Praticamente grazie a questa ecg si possono capire o meglio si possono fotografare queste patologie grazie ad eventuali variazioni del volume cardiaco,alterazioni del ritmo ed è chiaro che parliamo di extrasistole come di fibrillazione come di aritmie

Siccome in generale ogni persona ha il suo cardiologo di fiducia soprattutto se parliamo di quelle persone che già sanno di soffrire di patologie cardiache anche per un discorso familiare ci sarà tutto un processo da seguire che riguarderà intanto un’anamnesi preliminare in cui il cardiologo farà tutte le domande del caso su eventuali sintomi o su eventuali cambiamenti di alimentazione o se magari la persona ha ripreso a fumare oppure a non fare sforzi, oppure a fare sport.

Bisognerebbe avere sempre un cardiologo di fiducia

E siccome ci sarà anche un esame clinico e può riguardare anche  misura la pressione arteriosa del paziente e poi ci sarà l’elettrocardiogramma di cui abbiamo parlato che comunque consiste nell’apporre degli appositi elettrodi in punti specifici del corpo del paziente in modo che poi quello strumento riuscirà a fotografare l’attività del cuore e  la trasformerà e elaborando  un tracciato grafico che darà tutte le informazioni di cui ha bisogno il cardiologo stesso.

Tutto questo di cui abbiamo parlato praticamente fa parte del mondo della prevenzione che in medicina è sempre fondamentale perché ci sono  appunto patologie cardiache ma anche per uscire dall’ argomento forme tumorali che non presentano dei sintomi e quindi farsi queste visite rappresenta certe volte una salvezza vera e propria della propria vita.

Alla fine di questa  visita della quale abbiamo parlato in questo articolo il professionista deciderà che tipo di percorso far fare al paziente o la paziente in questione che può riguardare anche un cambiamento di abitudini di vita che riguardano l’attività fisica è l’alimentazione.